• DOMENICA 27 NOVEMBRE 2022 - S. Valeriano vescovo

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Skuola.net a norma dell' art. 70 Legge 22 aprile 1941 n. 633. Le immagini presenti non sono salvate in locale ma sono Copyright del sito che le ospita.



L'uomo più intelligente del mondo ha il Q1 di 230, più di Einstein

Terence Tao, l'uomo più intelligente del mondoFonte Foto: Facebook
Si chiama Terence Tao, ha 46 anni ed è considerato l’uomo più intelligente del mondo grazie al suo Quoziente Intellettivo pari a 230. Originario della Cina, sin da piccolo ha dimostrato subito una mente fuori dal comune: le tappe che lo hanno condotto oggi ad essere un professore di Matematica presso l’Università della California sono state infatti molto precoci. Secondo quanto riporta Diregiovani.it, che a sua volta cita Il Corriere della Sera, gli stadi di apprendimento di Terence fin dalla primissima infanzia sono risultati decisamente prematuri: “A 2 anni leggeva da solo, a 5 insegnava ai bambini, a 7 era al liceo, a 9 frequentava corsi di matematica avanzata”.
Nonostante gli eccellenti risultati raggiunti, l’uomo più intelligente del mondo è restio ad essere considerato straordinario poiché a suo dire conduce una vita normale.

Guarda anche:

  • Gli italiani sono i più intelligenti d'Europa, al 7° posto nel mondo
  • Pi Greco Day: i geni incompresi che andavano male a scuola
  • Lo studente dei record: avrà 6 lauree a 25 anni
  • Laureato da record: 10 esami in un anno e 110 e lode a 22 anni

Qual è il QI medio di un essere umano?

Anche se Terence nell’intervista rilasciata al Corriere della Sera si è mostrato modesto, senza considerare la sua mente come eccezionale, la misurazione del suo QI invece ha dimostrato quanto invece le sue doti intellettuali siano non solo ben al di sopra della media generale dei QI pari a 100 ma siano persino superiori al QI di Einstein che si attestava a 160.
Insomma, i numeri parlano chiaro: il QI a 230 rende Terence un genio unico al mondo, potenzialmente superiore anche ad Einstein.

Studio e impegno: gli ingredienti essenziali per ottenere risultati

La carriera scolastica di Terence però non è stata contrassegnata da soli successi poiché anche l’uomo più intelligente del mondo ha collezionato due bocciature a due esami universitari, di cui uno di Fisica. Le dichiarazioni riportate da Diregiovani.it, citando l’intervista de Il Corriere della Sera infatti mostrano il suo lato più umano, non immune da piccoli fallimenti: “Ho fallito un paio di esami. Uno era di Fisica: tutto bene per la parte di matematica, poi mi hanno chiesto nozioni storiche e io non le avevo studiate perché secondo me non c’entravano nulla”.
Insomma, è chiaro che anche le menti più brillanti possono incassare qualche piccolo insuccesso, se l’impegno non è accompagnato da uno studio costante e approfondito su ogni aspetto della materia.
In ogni caso, oggi Terence Tao può ritenersi soddisfatto della strada che ha fatto nell’ambito delle Scienze Matematiche, riscuotendo riconoscimenti e premi di calibro mondiale per le sue doti matematiche: dal 20 al 24 Settembre è in Italia, a Varese, per ricevere il Riemann Prize, il premio internazionale per la Matematica presso la Riemann International School of Mathematics (Rism) dell’Università dell’Insubria.
Testi ed immagini Copyright Skuola.net



Sannioportale.it