• MARTEDÌ 26 OTTOBRE 2021 - S. Florio martire

Serie B, Como-Benevento 1-1. La Strega in 10 acciuffa il pari e sfiora anche il colpaccio, ma oggi chance sprecata

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Il Sannita.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Benevento al Sinigaglia per allungare la striscia di successi contro un Como apparso in difficoltà in questo avvio di campionato. Dopo 2 ottimi pareggi iniziali, per la truppa di Giacomo Gattuso sono arrivate tre sconfitte di fila.
FORMAZIONI – Il tecnico del Como, Gattuso, conferma il 4-4-2, con Cerri e Gliozzi terminali offensivi. In casa giallorossa mister Caserta opta per un mini turnover, lasciando in panchina Acampora, Calò e Roberto Insigne e scegliendo Tello, Viviani e Lapadula. Al posto dell’infortunato Improta c’è Brignola dal primo minuto. Così in campo:
COMO (4-4-2): Gori; Vignali, Scaglia, Varnier, Cagnano (32’st Ioannou); Iovine (18’st Chajia), Bellemo, Arrigoni (32’st H’Maidat), Parigini (32’st Gabrielloni); Cerri, Gliozzi (18’st La Gumina)
A disposizione: Facchin, Bolchini, Solini, Bertoncini, Kabashi, Peli, Luvumbo
Allenatore: Giacomo Gattuso
BENEVENTO (4-3-3): Paleari; Letizia, Glik, Barba, Foulon; Ionita, Viviani (26’st Acampora), Tello (11’st Calò); Elia (26’st Moncini), Lapadula, Brignola (20’pt Vogliacco)
A disposizione: Muraca, Manfredini, Basit, Vokic, R. Insigne, Di Serio, Masciangelo, Talia.
Allenatore: Fabio Caserta
Arbitro: Luca Zufferli di Udine
Assistenti: Michele Grossi di Frosinone e Dario Garzelli di Livorno.
Quarto Ufficiale: Simone Taricone di Perugia
Var: Luca Banti di Livorno
Avar: Oreste Muto di Torre Annunziata
RETI: 34’pt su rig. Cerri (C); 40’pt Lapadula (B);
Ammoniti: 35’pt Cerri (C); 11’st Tello (B); 22’st Parigini (C); 34’st Gabrielloni (C); 40’st Ioannou (C)
Espulsi: 18’pt Glik (B) con rosso diretto;
Angoli: 5-3
Fuorigioco: 1-2
Recupero: 2’pt; 4’st
Spettatori: 2.189 per un incasso di 31.611 euro CRONACA DELLE EMOZIONI
PRIMO TEMPO
Al 1’ Retropassaggio corto di Letizia per Paleari costretto a uscire con i piedi per anticipare Gliozzi.
Al 3′ Como vicino al gol. Apertura di Gliozzi sulla sinistra per Cagnano, palla bassa in area sul secondo palo con Cerri che in scivolata da due passi calcia a lato.
Al 13′ Risponde il Benevento con una girata di Viviani in area: Gori si distende sulla sinistra e blocca.
Al 16′ Dal corner di Arrigoni, la difesa respinge, riprende Parigini che calcio altissimo.
Al 18′ Benevento in dieci! Espulso Glik per un fallo su Cerri lanciato a rete. Il difensore stende nettamente l’attaccante del Como.
Al 20′ Caserta corre ai ripari: entra Vogliacco al posto di Brignola.
Al 31’ Rigore per il Como. Tello atterra Vignali in area, intervento scomposto del colombiano e penalty assegnato ai lariani.
Al 34’ Cerri non sbaglia dagli undici metri. Match ancora più in salita per i giallorossi.
Al 40’ Pareggio del Benevento. Si fa subito perdonare Tello, assist per Lapadula che infila Gori con un potente tiro in diagonale.
Al 44’ Da sviluppi d’angolo a favore del Benevento, svetta Ionita, ma Gori blocca la sua incornata.
Al 45’ Concessi 2 minuti di recupero.
Al 47’ Termina qui il primo tempo. Bravi i giallorossi a riprendere la partita e a non mollare anche se in dieci. SECONDO TEMPO
Al 4’ Arrigoni ci prova da fuori, palla alta.
All’11’ L’arbitro ammonisce Tello mentre sta uscendo per perdita di tempo.
Al 20’ Su un corner corto del Como, Chajia tenta il diagonale sul secondo palo, la sfera è deviata dalla difesa giallorossa ed esce di un soffio.
Al 28’ Sul cross di Letizia, rovesciata di Moncini e palla di un soffio sul fondo.
Al 30’ Tentativo da fuori di Chajia: palla alta.
Al 37’ Da un cross dalla destra, stacca di testa di Gabrielloni che manda fuori.
Al 43’ Lancio di Calò per Lapadula, palla per Moncini che da buona posizione calcia alto. Ma era fuorigioco.
Al 44’ Ci prova Lapadula: si accentra da destra e calcia alto.
Al 45’ concessi 4 minuti di recupero.
Al 49’ Triplice fischio di Zufferli: Como-Benevento termina 1-1.
Il Benevento non la perde, allunga la striscia di risultati utili consecutivi, ma oggi il bicchiere è mezzo vuoto. Occasione persa per strappare l’intera posta. La partita si è complicata per l’espulsione di Glik, bravi i ragazzi di Caserta a riacciuffare il pari, ma al di là del penalty il Como non ha fatto molto per meritare la partita. Di Edoardo Porcaro Condividi/Salva



Macrolibrarsi
Sannioportale.it