• DOMENICA 29 GENNAIO 2023 - S. Costanzo patrono di PG

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ispazio.net a norma dell' art. 70 Legge 22 aprile 1941 n. 633. Le immagini presenti non sono salvate in locale ma sono Copyright del sito che le ospita.



Apple cambia il nome del sistema operativo del Visore AR/VR in “xrOS”

Apple cambia il nome del sistema operativo del Visore AR/VR in “xrOS” Apple ha deciso di chiamare il software che verrà eseguito sul suo prossimo visore AR/VR “xrOS“, un aggiornamento dall’originale “RealityOS o “rOS” che la società stava pianificando. Il cambio di nome arriva quando la società inizia a prepararsi per il lancio del visore, previsto per il 2023. Il dispositivo presenterà un proprio sistema operativo, proprio come Apple TV e Apple Watch, e avrà un App Store dedicato. “XR” sta per extended reality, che riguarda sia la realtà aumentata che quella virtuale. Le voci indicano che il visore su cui Apple sta lavorando sarà a “realtà mista” come Microsoft HoloLens, supportando funzionalità di realtà aumentata e virtuale. La realtà aumentata interagisce con ciò che l’utente vede nel mondo reale, mentre la realtà virtuale è un’esperienza interamente digitale. Il visore avrà nuove versioni di app esistenti come Mappe e Messaggi, le quali sono state riprogettate per un’esperienza AR/VR. Apple sta inoltre creando un kit di sviluppo software in modo da poter creare app di terze parti per il dispositivo. Oltre a confermare il cambio di nome, Bloomberg ha anche scoperto che una società fittizia chiamata Deep Dive LLC ha registrato il nome xrOS in diversi paesi ed Apple potrebbe potenzialmente essere dietro a questi documenti. La società di Cupertino, infatti, utilizza spesso società di comodo per cercare di registrare segretamente i marchi per i prodotti in arrivo. Si vocifera che Apple stia lavorando su almeno tre dispositivi AR/VR, nome in codice “N301”, “N421” e “N602”. L’N301 dovrebbe essere il “Reality Pro”, un nome che è emerso alla fine di agosto. Questo modello sarà probabilmente il diretto concorrente del Meta Quest Pro, con un potenziale lancio nel 2023. L’N602 sarà apparentemente la versione di seconda generazione, che offrirà due varianti ai consumatori. Una sarà un aggiornamento del primo modello, mentre l’altra sarà un’alternativa a basso costo. Infine, l’N421. Questo non sarà un vero e proprio visore, ma bensì degli occhiali smart il cui nome potrebbe essere “Apple Glasses”.
Testi ed immagini Copyright Ispazio.net



Sannioportale.it