• GIOVEDÌ 1 DICEMBRE 2022 - S. Eligio vescovo

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Hdblog.it a norma dell' art. 70 Legge 22 aprile 1941 n. 633. Le immagini presenti non sono salvate in locale ma sono Copyright del sito che le ospita.



Touch ID su iPhone: Apple lo testa, ma difficilmente tornerà

Con il lancio di iPhone X (fate un salto nel passato con la nostra recensione del tempo) Apple ha cambiato per sempre il principale sistema di autenticazione biometrica dei suoi smartphone, andando a superare il tanto apprezzato Touch ID - che ha accompagnato i dispositivi della casa di Cupertino da iPhone 5s in poi - con l'introduzione del Face ID, il sistema interamente basato sul riconoscimento 3D del volto. Questo è avvenuto alla fine del 2017 e da quel tempo ad oggi possiamo dire che le cose sono gradualmente cambiate e che solo oggi - in particolare con il rilascio di iOS 16 e solo su alcuni modelli più recenti - ci troviamo davanti ad un sistema a tutti gli effetti maturo e funzionale. Nei suoi primi anni, infatti, il Face ID ha portato gli utenti a doversi confrontare con la sua minor flessibilità rispetto a Touch ID - pur essendo più sicuro -, ma i cambiamenti che hanno colpito il mondo dal 2020 in poi - parliamo proprio della pandemia - hanno spinto Apple a tornare alle basi del sistema e oggi abbiamo un sistema che interagisce con gli indossabili per evitare scansioni non necessarie, che riconosce il volto anche quando parzialmente coperto e che - finalmente - funziona anche in orizzontale.


Il Samsung più equilibrato? Samsung Galaxy A52 5G, compralo al miglior prezzo da Amazon Marketplace a 369 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE


Testi ed immagini Copyright Hdblog.it



Sannioportale.it