• MARTEDÌ 17 MAGGIO 2022 - S. Pasquale Baylon

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Hdblog.it a norma dell' art. 70 Legge 22 aprile 1941 n. 633. Le immagini presenti non sono salvate in locale ma sono Copyright del sito che le ospita.



A2A, nuovo piano industriale: obiettivo 24 mila punti di ricarica al 2030

A2A ha presentato il nuovo Piano Industriale 2021-2030 che rafforza l'impegno della multi-utility italiana verso la decarbonizzazione, in anticipo rispetto agli obiettivi previsti da COP26. Si punta, infatti, a raggiungere questo traguardo entro il 2040 attraverso un mix equilibrato e graduale di interventi come lo sviluppo delle energie rinnovabili, le soluzioni di cattura del carbonio e la riduzione delle attività ad elevato consumo di carbonio. Il piano prevede un investimento in 10 anni di 18 miliardi di euro, 2 miliardi in più rispetto al piano precedente. Di questa cifra, 7 miliardi saranno utilizzati per l'Economia Circolare e 11 miliardi per la transizione energetica. Molto importante per il nuovo piano di A2A sarà la mobilità sostenibile. La multi-utility italiana ha annunciato, in tal senso, di aver ampliato il suo progetto di realizzazione di un'infrastruttura di ricarica.

FAVORIRE LO SVILUPPO DELLA MOBILITÀ ELETTRICA

La multi-utility evidenzia come in Italia nel 2021 le elettriche e le Plug-in hanno conquistato una quota di mercato dell'8%. Una percentuale che è destinata a crescere nei prossimi anni. Per sostenere questa forma di mobilità, A2A ha deciso di quadruplicare l’installazione di infrastrutture previste rispetto allo scorso piano. Parliamo, dunque, di 24 mila punti di ricarica al 2030 con un focus sulla bassa potenza (fino a 7kW) e sull’alta potenza (oltre 50 kW).
Il Samsung più equilibrato? Samsung Galaxy A52 5G, compralo al miglior prezzo da Amazon a 384 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE


Testi ed immagini Copyright Hdblog.it



Sannioportale.it