• SABATO 27 NOVEMBRE 2021 - S. Valeriano vescovo

Israele già vaccina i bambini e ci spiega perché è necessario

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Huffingtonpost.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


L’Agenzia europea del farmaco (Ema) ha detto sì. Il vaccino di Pfizer per i bambini tra 5 e 11 anni è stato approvato e, a stretto giro, arriverà anche l’okay dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa). Le prime fiale pediatriche dovrebbero giungere in Europa a partire dal 20 dicembre. Intanto, nel mondo, c’è già chi ha iniziato: dopo gli Usa, Canada e Israele hanno dato il via all’inizio di questa settimana.In particolare quello che accade in Israele, anticipando costantemente di qualche mese o settimana ciò che avviene nel Vecchio Continente, apre una finestra sul futuro della campagna vaccinale e della pandemia. “In questi giorni le prenotazioni per la vaccinazione pediatrica sono state decine di migliaia. Un dato buono, ma c’è ancora da fare: i bambini nella fascia 5-11 anni in Israele sono più di 1 milione, secondo gli esperti bisognerà arrivare almeno a un terzo per avere una protezione sufficiente”, dichiara all’HuffPost la professoressa Francesca Levi-Schaffer, immunofarmacologa dell’Università di Gerusalemme.Nel Paese il 43% dei nuovi casi dell’ultima settimana sono stati rilevati proprio tra bambini di età compresa tra i 5 e gli 11 anni, un altro 7% è stato registrato in soggetti fino a quattro anni che per ora non vengono vaccinati ...



Sannioportale.it