• GIOVEDÌ 5 AGOSTO 2021 - Maria SS. della neve

Allarme materie prime, Volvo e Audi fermano le fabbriche

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Huffingtonpost.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Mancano le materie prime. In giro per il mondo non se ne trovano. E quelle poche che viaggiano da un capo all’altro del Pianeta, lo fanno con oscillazioni di prezzo preoccupanti, a cui si aggiunge un aumento dei costi del trasporto. Una situazione che inizia a colpire l’industria, la manifattura, e importanti pezzi dell’automotive: Audi e Volvo fermano la produzione nelle fabbriche in Belgio per la mancanza di microchip. E la situazione - viene riferito - potrebbe continuare così fino al 2022. Una situazione che tocca anche l’Italia. “La notizia del fermo di produzione agli stabilimenti Audi di Bruxelles e Volvo di Ghent a causa della mancanza di microchip è la conferma della grave carenza che da diversi mesi ha colpito i semiconduttori, fondamentali per realizzare i circuiti elettronici, mettendo a serio rischio la produzione di diversi settori che è destinata purtroppo a durare a lungo. I gravi problemi di approvvigionamento e rincari stanno comportando ricadute anche sulla filiera dell’industria italiana”, afferma Giulio Salvadori, Direttore dell’Osservatorio Internet of Things del Politecnico di Milano.La carenza di chip degli ultimi mesi, che ha portato al blocco di alcune linee produttive di automobili ma che minaccia anche altri settori come quello dell’elettronica di consumo, potrebbe durare ancora almeno un paio d’anni anni aveva detto ...



Macrolibrarsi
Sannioportale.it