• MERCOLEDÌ 18 MAGGIO 2022 - S. Felice da Cantalice

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Panorama.it a norma dell' art. 70 Legge 22 aprile 1941 n. 633. Le immagini presenti non sono salvate in locale ma sono Copyright del sito che le ospita.



Sartoria genderless, avanguardie artistiche e metaverso: la moda uomo si lancia verso lo stile digitale 3.0

Lo stile uomo anticipa la stagione autunno-inverno 2022-2023, presentata durante gli eventi in calendario di Camera Nazionale della Moda, e spinge sull’acceleratore della innovazione come un bolide di Formula Uno, iconico nel contemplare la tradizione ma pronto a stravolgere motore e design formale all’interno della nuova scuderia tecnologica e travolgente dei tempi attuali.A Milano si assiste a una importante rivisitazione della eleganza sartoriale, che integra nel suo dna i dettami sportivi e rilassati del casualwear ma non rinuncia al lusso materico e ai bei tagli couture nei capi principali del guardaroba del gentleman contemporaneo. Dai classici intramontabili si ereditano i materiali sopraffini, i tessuti preziosi, le finiture extra-chic e la promozione dei dettagli del tailoring eretti paladini modulabili secondo le varie ispirazioni artistiche oppure le richieste genderless che propongono alla donna di vestire visioni e archetipi estetici tipicamente mascolini.L'atto del vestirsi è emotivo e militante, chi non sta al passo resta indietro, perché, nei nuovi codici stilistici e nelle modalità di approccio, agli addetti ai lavori (e a breve al pubblico) si parla già di metaverso, di Web 3.0, di crypto trend e di nuovi asset digitali.Silvia Venturini Fendi, direttore artistico della collezione uomo e degli accessori, allestisce la sede di via Solari con una maxi rampa sopraelevata e specchiata a forma di FF, ideata dall'artista Nico Vascellari, sulla quale sfilano i capi di stagione impegnati nel primo passo di questa rivoluzione fisico-virtuale.«Fendi è sinonimo di innovazione e artigianato e per noi la creazione ha tanto a che fare con l’invisibile che con il visibile. Motivo per cui è così importante per noi accogliere il futuro prossimo e fungere da ponte tra il lusso fisico e quello virtuale. In questa occasione annunciamo la collaborazione con Ledger, leader mondiale nel digital asset management e piattaforma di gestione digitale per le criptovalute. Applicare i nostri codici agli innovativi dispositivi Ledger è un emozionante primo passo in questa direzione» afferma la designer.Il mondo Fendi è così introdotto nel metaverso e a sigillarne l’intenzione crea un accessorio lussuoso per il Ledger Nano X, il più apprezzato hardware wallet per criptovalute e asset digitali, da appendere a una borsa o una cintura oppure da indossare al collo con un cordoncino regolabile.Ian Rogers, chief experience officer di Ledger, dichiara: «Ledger è l’hardware più sicuro al mondo volto a proteggere gli asset digitali, come le criptovalute e gli NFT, dagli hackers e dal crimine informatico. La collaborazione con Fendi eleva la sicurezza a un nuovo livello rendendola bella ed elegante. Sono fiero di presentare il primo accessorio di vero lusso a Web3 con i miei amici della moda».Le possibilità infinite del Web 3.0 e del metaverso inaugurano una nuova generazione di lusso e artigianato che ha il fine di costruire uno scambio stretto tra il mondo fisico e quello virtuale. E, cominciando dal tangibile, il guardaroba vira totale in chiave new dandy, ispirato dalla bellezza degli Anni Venti o declinato con audaci interpretazioni streetstyle, grafiche e stampe digitali in 3D. Accanto alle immancabili texture preziose, rese ancora più chic dalle scelte cromatiche crema, burgundy, lampone, moka, taupe e bianco e nero, si battezza l’inedito motivo a catena O'Lock, quale nuovo monogramma da applicare sull’abbigliamento e sugli accessori.Perle e diamanti, bijoux floreali, pendenti a logo FF in cristallo, adornano la nuova sartorialità fatta di blazer ingigantiti e cappe, giacche e maglie scollate, ampi pantaloni terminano con una mezza gonna e capi da sera più formali. Negli accessori, in primo piano, modelli Mary Jane stringate con orologio-cinturino, mocassini O'Lock in vernice, stivaletti Chelsea bicolore e una nuova sneaker dal dinamico logo FF allungato.Le borse sono architettoniche, dalle grandi shopper alle baguette ingrandite alla stregua di un baule morbido o rimpicciolite in minuscola borsa chain, insieme al caratteristico baule rigido in metallo e plexiglas. Domenico Dolce e Stefano Gabbana guardano al futuro con curiosità ed escono dalla loro comfort zone per continuare a mettersi in discussione e cercare nuovi stimoli, da sperimentare con i contrasti.Sono 107 i look che omaggiano due universi ...
Testi ed immagini Copyright Panorama.it



Sannioportale.it