• LUNEDÌ 8 AGOSTO 2022 - S. Domenico di Guzman

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Panorama.it a norma dell' art. 70 Legge 22 aprile 1941 n. 633. Le immagini presenti non sono salvate in locale ma sono Copyright del sito che le ospita.



Quando la Cia dettava legge in Ucraina

Durante la Guerra fredda e fino agli anni Novanta l’Agenzia di spionaggio americana ha utilizzato organizzazioni che nel Paese avevano appoggiato il Terzo Reich e a cui si ispirano vari gruppi nazionalisti di oggi. Obiettivo dell’«operazione Aerodynamic»: destabilizzare Mosca.Il 18 luglio 1998, a 89 anni, muore a Pittsburgh in Pennsylvania Mykola Lebed. Per gli uomini della Cia, che l’avevano protetto per quasi mezzo secolo, è semplicemente «Zio Louie». A dispetto del nomignolo affettuoso però, l’Agenzia sa perfettamente che sul conto di questo cittadino americano originario di Novi Strilyshcha, un villaggio dell’Ucraina occidentale, pendono gravi accuse di crimini commessi nella Seconda Guerra mondiale. Eppure, nessuno se n’è preoccupato. Lebed era intoccabile in quanto figura chiave di una delle più segrete operazioni della Guerra fredda, il cui fine è stata la destabilizzazione dell’Ucraina per indebolire l’Unione Sovietica. Obiettivo da raggiungere finanziando quei gruppi nazionalistici che durante il conflitto hanno collaborato con il Terzo Reich. In particolare l’Oun-B, l’Organizzazione dei nazionalisti ucraini di Stepan Bandera, di cui Lebed è stato uno dei leader. Questo è il quadro che emerge da una vasta mole di documenti resi pubblici dall’amministrazione americana a partire dal 1998 con il «Nazi War Crimes Disclosure Act». Va innanzi tutto ricordato che l’Oun è stata fondata nel 1929 da ucraini della Galizia orientale che chiedevano una nazione indipendente ed etnicamente omogenea. Il nemico giurato è la Polonia che in quel periodo controlla la regione. Ecco che, nel 1934, l’organizzazione decide di assassinare il ministro degli Interni polacco Bronislaw Pieracki, e tra coloro che vengono imputati per l’omicidio ci sono sia Bandera sia Lebed. Il tribunale li condanna a morte, ma la sentenza ...
Testi ed immagini Copyright Panorama.it



Sannioportale.it