• SABATO 26 NOVEMBRE 2022 - S. Corrado vescovo

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Quifinanza.it a norma dell' art. 70 Legge 22 aprile 1941 n. 633. Le immagini presenti non sono salvate in locale ma sono Copyright del sito che le ospita.



Risparmio energetico a casa: come diminuire i consumi per risparmiare in bolletta

Se nel primo semestre del 2021 gli italiani hanno pagato l’elettricità 22€/MWh, nel primo semestre del 2022 hanno visto il prezzo alzarsi a 100€/MWh. Con l’aumento della luce del 59% nel quarto trimestre e a fronte di un prezzo dell’elettricità schizzato 0.66€/kWh, si calcola che rispetto al 2021, l’ammontare medio delle bollette della luce sarà di circa 1.322€ rispetto ai 632€ dello scorso anno. Perché i prezzi in bolletta sono aumentati? L’energia elettrica, non esistendo allo ‘stato libero’ in natura, viene prodotta all’interno di impianti dedicati. La sua produzione consiste nella conversione di energia proveniente da una fonte primaria, in elettricità, che può avvenire in centrali elettriche o attraverso processi di auto-produzione. L’energia elettrica viene poi distribuita alle centrali di trasmissione e trasformata in corrente da distribuire per via aerea (tramite cavi sospesi/tralicci) o tramite linee interrate che passano in cavi sottomarini o sottoterra. Il prezzo dell’energia elettrica sul mercato all’ingrosso è stabilito sulla base della fonte più costosa: quella del gas. Questo prezzo è uguale per tutti i fornitori intermediari, che poi applicano il loro prezzo al cliente finale, per avere un profitto. Al momento, il costo del gas è aumentato esponenzialmente ed è instabile per diversi ...
Testi ed immagini Copyright Quifinanza.it



Sannioportale.it